Tra i vari stand è possibile trovare chi cucina con il materiale prezioso per antonomasia: l’oro.

Le culture gastronomiche di India e Cina, infatti, utilizzano l’oro come prodotto alimentare, che ha anche degli effetti benefici: proprietà anti-infiammatorie e anti-età. Tale usanza è stata ripresa, all’Expo, dallo chef  Marco Stabile, il quale decora le proprie specialità, tra cui le uova in camicia al tartufo, con l’utilizzo di sottilissime foglie d’oro, prodotte da una nota azienda fiorentina.

L’oro, di norma, è privo di sapore ma la novità sta nel fatto che lo chef ha deciso di dargli anche un profumo e un sapore. Dietro questa curiosità dell’Expo c’è un’azienda del made in Italy che è impegnata da 16 generazioni nella lavorazione del prezioso metallo. Una realtà che ha sempre puntato sull’innovazione e che sembra non volersi fermare alla vetrina dell’Esposizione universale.

A partire da settembre, infatti, inizierà a distribuire confezioni, per scopo alimentare, da 50 euro e 0,4 grammi di oro aromatizzato. Saranno messi in commercio, in oltre 70 paesi, le quantità di oro sufficienti pe preparare otto porzioni di uova in camicia al tartufo come quelle servite dallo chef Stabile a Expo 2015.

di Claudio Ianniello

Print Friendly