simona vicari

Il sottosegretario di Stato Simona Vicari e il Comandante Gaetano Martinez

 

di Mose’ Alise

Nella giornata di ieri, lunedì 14 marzo, il sottosegretario di Stato al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, Simona Vicari, ha effettuato una visita ufficiale presso il Comando della Direzione marittima della Sicilia Occidentale del Corpo della Capitaneria di Porto e della Guardia Costiera.

Il sottosegretario, accompagnato dal Comandante Gaetano Martinez, visto il costante e prezioso lavoro svolto da questi “angeli del mare”, ha dichiarato con orgoglio che  “la Capitaneria di Porto di Palermo e la Guardia costiera difendono e osservano il confine del sud Europa con risultati eccellenti che tutta l’Europa riconosce. Grazie al loro ruolo di baluardo rappresentano un riferimento indispensabile non solo per la realtà nazionale italiana ma soprattutto per la politica e la società europea.

E – ricorda Vicari –  grazie all’encomiabile lavoro della direzione marittima di Palermo, solo nel 2015, in 336 interventi per la migrazione irregolare, sono state salvate ben 44906 vite umane, senza dimenticare i 308 interventi Sar (Search and Rescue) grazie ai quali 1525 persone sono state salvate in mare”.

Numeri importanti questi, che portano la nostra Capitaneria di Porto e la Guardia Costiera in generale – e di Palermo in particolare – ad avere numerosi e meritati riconoscimenti da parte della comunità internazionale.

Un lavoro svolto con passione e in continua evoluzione, infatti, come aggiunge il sottosegretario “per riconoscere appieno tale ruolo e per accrescere le potenzialità della Capitaneria è necessario rilanciare da subito anche il porto di Palermo dopo la brutta pagina rappresentata dalla chiusura del molo e su questo il mio impegno sarà assoluto.

Tale rinascita – conclude – dovrà per forza di cose passare anzitutto per la rivisitazione del piano regolatore generale e del porto turistico”.

Print Friendly