La CISAL-FPC Sanità Campania si esprime in merito alle aggressioni al personale sanitario: esse devono essere considerate reato anche al di fuori di ospedali e ambulatori.

Il 2020 comincia con l’ennesimo episodio di violenza registrato ai danni di una dottoressa dell’ospedale San Giovanni Bosco, aggredita con una bottiglia. La CISAL-FPC Sanità chiede al ministro della Salute, Roberto Speranza, di sollecitare l’iter che estenda il campo di applicazione «della fattispecie penale anche agli episodi di violenza occorsi al di fuori delle strutture sanitarie e sociosanitarie pubbliche o private». 

Per garantire la sicurezza del personale sanitario, si chiede la certezza delle pene, il loro inasprimento, tolleranza zero contro chi esercita violenza ai danni del camice bianco.

In merito all’ultimo episodio di aggressione a discapito di un membro del personale sanitario dell’ospedale di Napoli San Giovanni Bosco, la CISAL-FPC Sanità esprime solidarietà al medico colpito e all’intero personale medico dell’ospedale.

 

 

Print Friendly