Si è svolto presso la sede di Acli Napoli, in via Giuseppe Tropeano, un confronto sul tema “La Napoli degli ultimi, Periferie, emarginazione e accoglienza”.
Hanno preso parte al dibattito , organizzato dall’associazione, sia candidati sindaci, che al Consiglio Comunale.
Per la lista “Napoli Libera” era presente Francesca Barra candidata alle amministrative del 3 e 4 ottobre a sostegno del professore Gaetano Manfredi, e Antonio Bassolino candidato sindaco.

Le ACLI, Associazioni Cristiane Lavoratori Italiani, sono un’associazione di laici cristiani che, attraverso una rete di circoli, servizi, imprese, progetti ed associazioni specifiche, contribuisce da più di 60 anni a tessere i legami della società, favorendo forme di partecipazione e di democrazia, da sempre a sostegno dei diritti dei più deboli.

Il dibattito intavolato ha messo in campo tematiche sociali di primaria attualità: dal divario socie economico sviluppatosi durante la pandemia, dall’aumento della povertà sociale ed educativa in corso nella città, senza trascurare problematiche ataviche di Napoli, come la disoccupazione e il disagio vissuto in quartieri difficili della città.

A tal proposito Francesca Barra a sottolineato l’attenzione che la futura amministrazione dovrà dare ai tanti napoletani che in periodo di Covid hanno per il lavoro, o che comunque si sono trovati a vivere situazioni al limite.
La città ha visto, infatti, in questi mesi, aumentare la schiera dei così detti “nuovi poveri”, professionisti e lavoratori che hanno perso tutto e che non hanno trovati nessun se non dal mondo dell’associazionismo

Print Friendly, PDF & Email