image

Sabato 10 ottobre, a partire dalle ore 10.00 nell’Auditorium di Expo Milano 2015 si è tenuto l’incontro dal titolo “Expo dopo Expo: le eredità di Milano 2015”.

L’evento ha raccontato le varie iniziative svolte durante il periodo dell’esposizione universale inerenti i temi e i contenuti della Carta di Milano, il documento che richiama ogni cittadino, associazione, impresa e istituzione ad assumersi le proprie responsabilità per garantire alle generazioni future il diritto al cibo.

Un momento di riflessione sul dopo Expo per discutere dei percorsi da approfondire insieme dopo la fine dell’esposizione per continuare le sfide globali connesse al Tema di Expo Milano 2015.

Presenti all’evento illustri nomi dello scenario politico-economico nazionale ed internazionale, che si sono succeduti durante la sessione mattutina e pomeridiana, come il Ministro delle politiche agricole Maurizio Martina e il Sottosegretario di Stato Giuseppe Castiglione, il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti, il Presidente di Expo 2015 Diana Bracco, il Presidente dell’Anac Raffaele Cantone, la Presidente Rai Monica Maggioni, il Presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni, il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Luca Lotti e il meteorologo e climatologo Luca Mercalli.

Nel pomeriggio, invece, hanno partecipato il Ministro della Giustizia Andrea Orlando, il Ministro dell’Istruzione Stefania Giannini, il Commissario unico di Expo Milano 2015 Giuseppe Sala, l’Amministratore delegato di Eni Claudio Descalzi, il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Sandro Gozi, il Presidente del Milan Center for Food Law and Policy Livia Pomodoro, il Direttore generale della Rai Antonio Campo Dall’Orto. È previsto inoltre un video messaggio dell’ex Segretario Generale delle Nazioni Unite Kofi Annan.

Il Sottosegretario di Stato al Ministero delle Politiche agricole Giuseppe Castiglione, ha presieduto l’incontro inerente uno dei punti più importanti dell’economia italiana, quelli legati al mare e alla pesca, in merito dichiara:

“Il tavolo tematico che ho presieduto dal titolo Mare Magnum, si prefigge di individuare possibili interventi per rendere l’economia legata al mare un volano strategico per lo sviluppo di una regolamentazione unificata che per l’Italia in particolare, possa semplificare il sistema vigente e potenziare la rete delle varie competenze in materia sinergica”.

di Mosè Alise

Print Friendly