In Italia vi sono circa 900.000 condomini, di cui circa 400.000 gestiti da amministratori. Di questi, solo il 15% circa sono professionisti. Con la riforma del Condominio, operata con la legge 11 dicembre 2012, n. 220 – in vigore dal 18 giugno 2013 – si sono imposti  specifici obblighi formativi, pur senza l’istituzione di un albo professionale.

Uno degli aspetti principali della riforma del 2012 (poi seguita dal decreto del Ministero della Giustizia n. 140 del 24 settembre 2014) prevede l’obbligo in capo all’amministratore condominiale della frequenza di un corso di formazione iniziale e di successivi corsi di aggiornamento annuali, oltre al possesso di specifici requisiti (titoli di studio, requisiti morali, assenza di condanne penali).
Dalla serie di previsioni normative vigenti e dalla natura stessa dell’attività dell’amministrazione condominiale nascono una serie di obblighi e di necessità di competenze, che richiedono la creazione di strutture associative, per fornire agli amministratori adeguati servizi di rappresentanza e supporto.

Oggi, presso la sede dell’Unione provinciale di Napoli, si è provveduto alla costituzione della FILP –CISAL Dipartimento Amministratori di Condominio, voluta dal Segretario Regionale FILP CISAL, Marco Mansueto, con la partecipazione in video conferenza del Segretario Nazionale FILP CISAL, il Dott. Vincenzo Morelli.

Sono stati designati coordinatori del Dipartimento Amministratori di Condominio: l’avvocato Salvatore Varchetta del Dipartimento Regionale, il Dottore Michele Somma del Dipartimento Provinciale di Salerno, l’avvocato Umberto Dardo del Dipartimento Provinciale di Napoli e l’avvocato Annamaria Feola del Dipartimento della Città di Napoli.
Il Dipartimento Amministratori di Condominio propone di compiere un’attività di rappresentanza e supporto, attraverso la creazione di specifici servizi, ma anche utilizzando le competenze della rete CISAL nei campi immobiliari, assicurativi, contabili e fiscali e di consulenza del lavoro. Inoltre si propone di compiere un’attività di studio, ricerca ed elaborazione di proposte normative, quali la possibile istituzione di un Albo Professionale di Amministratori di Condominio.

In particolare, la FILP – CISAL Dipartimento Amministratori di Condominio interverrà con le seguenti iniziative e servizi:

– Creazione di un corso di formazione professionale di formazione, come previsto dalla normativa vigente.
– Creazione di un corso di aggiornamento annuale, obbligatorio.
– Organizzazione di una rete di assistenza, rappresentanza e supporto per le tematiche inerenti all’attività dell’amministrazione condominiale, e in particolare:
o Giuridiche (sia privatistiche che amministrative)
o Tecniche (disciplina degli appalti, dei servizi di riscaldamento, dell’energia, della sostenibilità ecologica, e altro inerente alla gestione condominiale)
o Contabili e fiscali (particolarmente rilevanti, per la natura di sostituto d’imposta dell’amministratore di condominio)
o Assicurative.
o Rapporti con i lavoratori subordinati e autonomi nel condominio.
– Studio e assistenza sulle discipline dei cd. “bonus” previsti dalle normative vigenti.
– Studio, ricerca e assistenza su strumenti tecnologici che possano agevolare l’attività di amministrazione.
– Studio e ricerca sulle problematiche sociali legate all’abitazione, nell’ambito del più vasto settore del welfare.
– Studio ed elaborazione di proposte normative per l’ottimizzazione e razionalizzazione dell’attività professionale di amministrazione, tra le quali l’eventuale creazione di un Albo Professionale.
– Promozione dell’applicazione del CCNL CISAL Amministratori di Condominio.

Per l’attuazione dei punti sopracitati e per quant’altro utile e funzionale alle attività di rappresentanza e assistenza degli associati, la FILP si potrà avvalere delle competenze e dei servizi CISAL e anche esterni attraverso accordi e convenzioni, sempre nel rispetto dei valori e finalità propri del Sindacato.

Print Friendly