Francesco e Lucrezia. Due storie diverse, due età lontane, ma unite nella lotta quotidiana contro i disagi di una malattia che alle volte toglie il respiro, rendendo difficile ogni piccolo gesto, costringendo a fare i conti con il dolore e la paura, l’incapacità di essere totalmente autonomi e padroni del proprio destino.

Non riuscirà, però, l’epilessia a privare i due pazienti della voglia di sperare e di sognare, grazie anche alla forza delle passioni: la musica per Lucrezia, fan instancabile di concerti rock; la fisica e le maratone per Francesco, che riuscirà presto a conquistare un dottorato e a tornare a guidare la sua automobile.

Storie di “dissonanze”, di obbligati ed evidenti contrasti, quelle raccontate dai registi A. Grande ed E. Pisano, nel documentario realizzato dalla “Fondazione Epilessia LICE Onlus” per sensibilizzare l’opinione pubblica su un problema che oggi affligge in Italia circa 500.000 persone, di cui 50.000 solo in Campania, con oltre 30.000 nuovi casi l’anno. Una malattia sociale che il Parlamento Europeo e l’Organizzazione Mondiale della Salute hanno indicato come una priorità nel campo della ricerca e dell’assistenza.

Ed è proprio in occasione della giornata mondiale dell’epilessia, celebrata il 12 febbraio in ogni angolo del pianeta, che il Centro di Riferimento Regionale per l’epilessia del Policlinico Federico II, di cui è responsabile Leonilda Bilo, ha voluto richiamare l’attenzione su questa malattia neurologica, attraverso la proiezione, nell’Aula Magna “Gaetano Salvatore”, del film documentario. In serata, dalle 20.00 alle 24.00, anche la città renderà omaggio alla giornata, illuminando di viola (colore simbolo dell’epilessia) il porticato della Chiesa di S. Francesco di Paola e le Torri del Maschio Angioino.
Ad aprire l’evento sarà il Presidente della Scuola di Medicina e Chirurgia, Luigi Califano, insieme al Direttore Generale, Vincenzo Viggiani e ai vertici dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Federico II.
L’incontro, gratuito ed aperto a tutti, sarà moderato dalla giornalista de “Il Mattino” Titta Fiore, e vedrà la partecipazione di neurologi, psichiatri e specialisti del settore.

Print Friendly