Rilancio dei siti archeologici, eventi culturali duraturi per attrarre visitatori: se ne è discusso nel workshop ‘Stati Generali del Turismo’, organizzato dal Consorzio Costa del Vesuvio ad Ercolano (Napoli). Ad auspicare interventi celeri per l’area di Pompei l’assessore regionale al Turismo e Beni Culturali, Pasquale Sommese che si è detto d’accordo con la proposta del ministro Franceschini ”di aprire Pompei ai privati” e ha auspicato interventi celeri nell’utilizzo dei 105 milioni di euro: ”le difficoltà di una burocrazia centrale che viaggia ancora lentamente ci procura danni enormi. Questo va superato in tempi rapidi, bisogna avere coraggio, trasparenza ma allo stesso tempo voltare pagina”. Numeri importanti nel settore turismo sono stati diffusi dall’europarlamentare Andrea Cozzolino in una nota: ”Attraverso i fondi Ue a sostegno del turismo sono stati prodotti risultati importanti, creando o mantenendo posti di lavoro (58%), generando capacità di ricezione (73%) o attività turistica (74%). Il 44 % dei progetti ha conseguito risultati sotto tutti e tre gli aspetti. E’ l’Europa stessa che testimonia la validità degli investimenti fatti ed è per questo e non solo perché lo abbiamo chiesto con forza, che ha inteso reintrodurli, anche per la prossima programmazione, tra le attività finanziabili attraverso i fondi strutturali”. Le proposte del Consorzio sono state illustrate dal presidente onorario Luca Ferlaino: costituzione del distretto turistico locale, sistema integrato di fruizione delle attrattive storico-culturali e naturalistiche attraverso la creazione di un biglietto unico. E’ emersa la necessità di mettere a punto in anticipo un programma culturale di eventi per consentire ai turisti di sostare sui territori più a lungo. Il presidente della Camera di Commercio Maurizio Maddaloni in un messaggio dice: ”in questi giorni abbiamo varato un piano di incentivi economici a favore dei nostri operatori (e dei tour operator internazionali) che organizzano pacchetti turistici e voli con destinazione l’area metropolitana di Napoli”. Le opportunità del’Gran tour’ sono state illustrate dal presidente di Scabec Maurizio di Stefano.All’incontro anche il sindaco di Portici Nicola Marrone, il deputato Marcello Taglialatela, la direttrice degli Scavi di Ercolano Paola Guidobaldi, il presidente del Consorzio Angelo Pica. (Fonte ANSA)

Print Friendly