Grande partecipazione per il progetto “Volare” di Anteas

 

Importante iniziativa di ANTEAS Nazionale, che la scorsa primavera  inviò a tutte le sezioni ANTEAS del Paese l’invito a presentare temi di interesse per gli Over 65.

Convinti che l’Anziano non sia un peso sociale, ma risorsa per la sua esperienza.

I temi da trattare nel progetto furono presentati dall’ANTEAS “amici dei Campi Flegrei” di Quarto.

Vi collaborarono il Presidente Alfonso Coppola , il vice Mimmo Tiseo, Camilla Catalano, Valentino Paòmese, Giovanni Giustino.

Quanto presentato fu giudicato il migliore e consta di 9 sedute con temi trattati da esperti su “Psicologia dell’Anziano”, “Ambiente”, “Corretta Alimentazione”, “Incidenti tra mura amiche”, “Problematiche Ortopediche”, “Geofisica dei Campi Flegrei”, “Problematiche Farmaceutiche”, “Storia e Ambiente della Città”, “Lavorazioni Artigianali e del Cuoio in particolare”, “Ginnastica”, Ballo.

Aderirono il Comune di Quarto e Bacoli il patrocinio morale e recentemente anche Monte di Procida.

 

La partecipazione è rivolta ad un massimo di 25 anziani che nel Luglio scorso hanno dato adesione, mediante prenotazione.

Le sedi degli incontri sono: a Quarto presso  la Sala Rossa della Parrocchia Gesù Divin Maestro e a Bacoli presso , Casa della Cultura “Michele Sovente”.

A Bacoli, lo scorso lunedì 17 Ottobre, sono intervenuti dell’ANTEAS il dott. Loris Cavetelli Presidente Nazionale, Giuseppe Gargiulo Presidente Regionale, Augusto Muro Presidente Metropolitano Napoli.

Partecipazione entusiastica, ma, soprattutto attenta dei partecipanti.

Nell’Area Flegrea, il 23% degli abitanti è Over 65, in perfetta linea con la Nazione. Un dato ancora confortante se si pensa alle difficoltà lavorative che spingono i Giovani a dover cercare opportunità altrove, talora in Regioni lontane se non in Nazioni diverse. La conseguenza è il distacco affettivo e, spesso, la solitudine per chi resta, un evento che si ripercuote non poco sulla vita quotidiana  dell’Anziano che perde interessi e lo porta anche a trascurarsi, spesso non alimentandosi adeguatamente, né curando le sue patologie in maniera dovuta.

L’Anziano è invece una risorsa sociale. Il bagaglio delle sue esperienze che può essere di insegnamento ai neofiti. Il ruolo d’amore nell’ambito familiare come riferimento ed accudimento dei Nipoti, il Futuro della Nazione.La loro pensione un baluardo al sostegno economico delle famiglie dei figli disoccupati. L’impennata dei costi, nell’attuale momento, rende ancor più problematica la gestione economica che finisce con l’incidere su risparmi in termini alimentari e sui farmaci, non tutti concessi in esenzione. La Sanità dovrebbe essere più ampia su quanto fornita all’Anziano per evitare l’aggravarsi di patologie.

La presenza di una sede di incontro, in ogni Comune, dovrebbe essere garantita dalle Istituzioni. Stare insieme è già lenire non poco le problematiche giornaliere.

 

 

Print Friendly, PDF & Email