Il consiglio comunale ha approvato con 16 voti favorevoli il rendiconto di bilancio 2020. All’esito di un lavoro certosino dell’Assessorato al Bilancio e del settore Finanze dal 2018 ad oggi, siamo riusciti a conseguire un avanzo di bilancio pari a 80 milioni di euro.

Un risultato di grande rilevanza, soprattutto se si tiene conto delle scorie del dissesto finanziario e dei contenziosi di cui è gravato l’Ente a causa della mala gestio dello scorso decennio. La lotta all’evasione fiscale e gli accertamenti sulle metrature ci hanno consentito di recuperare le somme necessarie non solo per mantenere invariata la Tari (a dispetto dei continui aumenti imposti dalla Sapna su tutta l’area metropolitana di Napoli), ma anche per garantire importanti agevolazioni alle categorie più colpite dal Covid.

L’avanzo di bilancio è stato interamente vincolato, sia per la gestione dei contenziosi e delle emergenze e sia soprattutto per le opere pubbliche del Piano Triennale, tutte con apposita copertura finanziaria come mai prima d’ora nella storia delle amministrazioni comunali stabiesi.

“Abbiamo vissuto un 2020 nel quale l’emergenza sanitaria e socio-economica ha segnato non solo la nostra città ma il mondo intero. – ha dichiarato il sindaco Gaetano Cimmino nel corso del suo intervento in assise – Nessuno era pronto a tutto ciò ma abbiamo dato risposte forti. Aiuti alle famiglie, alle parrocchie, alle associazioni, agli imprenditori. Un anno difficile per chi svolge il  ruolo di sindaco in una città importante come Castellammare. Le scelte sono state prese nell’interesse esclusivo dei cittadini”.

Print Friendly