La normativa europea prevede che l’autorità religiosa, per conto della quale la macellazione rituale è effettuata, operi sotto la responsabilità del veterinario ufficiale. Questa disposizione è stata trasposta letteralmente nelle legislazioni nazionali di un numero di Stati membri, tra i quali l’Italia. Alcuni hanno adottato delle minime varianti: ad esempio, Austria e Finlandia richiedono la presenza dell’ufficiale responsabile, mentre Bulgaria, Danimarca ed Estonia ne prevedono la supervisione.

In Germania, non vi è una disposizione legislativa al riguardo, ma il permesso eccezionale rilasciato per praticare la macellazione rituale senza previo stordimento richiede spesso la presenza di un veterinario.

di Mosè Alise

Print Friendly