Venerdì 12 giugno 2015, presso il padiglione dell’ Unione Europea di Expo, si è tenuta la conferenza organizzata dalla Commissione Europea dal titolo “Hygiene and flexibility for small food producers. Fit for purpose?”.

L’incontro ha celebrato i dieci anni di vita del programma UE “Better Training for Safer Food”, un’ importante iniziativa della Commissione Europea utile a  chiarire il ruolo chiave della stessa Commissione e dei suoi membri, nel diffondere la conoscenza e la giusta applicazione della legislazione UE in materia di sicurezza degli alimenti, garantendo l’armonizzazione e l’uniformità delle attività di controllo su tutti i Paesi dell’UE, garantendo sempre e comunque i rigidi controlli della Sicurezza alimentare.

L’evento ha visto l’alternarsi di grandi nomi del settore veterinario, medico e dell’agricoltura, come Salvatore Magazzù (Head of Unit, Consumer, Health, Agriculture and Food UE), Paolo Caricato (EU Commission – DG SANTE – Food, alert system and training), Giuseppe Ruocco (Director General Ministry of Health – Italy), Tonio Borg (Commissario europeo per la Salute e la politica dei consumatori) e Bernard Van Goethem (Direttore dei servizi veterinari e affari internazionali della Commissione europea – DG SANTE).

Nomi questi che, insieme ad altri esperti, hanno dato vita ad un interessante scambio di opinioni sull’applicazione delle norme di flessibilità previsti dalla legislazione UE sull’igiene dopo 10 anni dalla pubblicazione Pacchetto igiene, un insieme di norme che disciplinano la materia dell’igiene e della sicurezza degli alimenti ed i controlli connessi, per garantire un livello elevato di tutela della salute umana dei cittadini della Comunità europea, assicurando l’immissione sul mercato di alimenti sicuri e sani.

di Mosè Alise

 

convegno

Print Friendly