Dal XII secolo al XIX secolo Delhi Vecchia fu governata dai musulmani che hanno lasciato tracce del loro passaggio nella sua architettura: le numerose moschee, le fortezze e i monumenti storici. New Delhi invece è più recente, di origine inglese e, in quanto la maggiore città dell’India, non dista molto dalle attrazioni del paese. Anche Agra, che ospita il famoso Taj Mahal, si trova nelle sue vicinanze.

Gli imperiosi edifici del complesso di Qutb Minar risalgono all’alba della dominazione musulmana in India. Il Qutb Minar, una torre della vittoria che si eleva a un’altezza di 73 m, fu iniziato nel 1192, subito dopo la sconfitta dell’ultimo regnante hindu di Delhi. Alla sua base si sviluppa la Quwwat-ul-Islam Masjid (Moschea ‘Potere dell’India’), la prima ad essere costruita in India.

L’imponente moschea di Old Delhi è la più grande dell’India, con un piazzale capace di contenere fino a 25.000 fedeli. Costruita nel 1644, fu l’ultima di una serie di opere architettoniche commissionate da Shah Jahan, l’imperatore moghul cui si devono anche la costruzione del Taj Mahal e del Forte Rosso.

di Mosè Alise

Print Friendly, PDF & Email