Parte da Agrigento e dalla sua provincia, il progetto-pilota su scala regionale, denominato “Sportello Amico”, nato da un accordo siglato dall’Azienda Sanitaria Provinciale di Agrigento con Poste Italiane che consente ai cittadini di pagare il ticket sanitario presso gli uffici postali abilitati al servizio, che risultano essere 43 punti dislocati nel territorio provinciale agrigentino e circa 5700 sul territorio nazionale.

 

L’obiettivo primario è facilitare i cittadini che, con il codice numerico ottenuto da previa prenotazione al CUP, possono raggiungere gli uffici postali abilitati al progetto ed effettuare il pagamento del ticket in base alla prestazione sanitaria richiesta. Successivamente, conservando la ricevuta di versamento e rispettando la data di prenotazione, possono accedere in maniera diretta ai servizi richiesti.

Il risultato è l’eliminazione delle lunghe file di attesa negli uffici delle strutture sanitarie dovute alle ormai obsolete lungaggini burocratiche.

Inoltre, dalla nota stampa dell’ASP di Agrigento, si apprende che “parallelamente, per coloro che non intendono fruire del servizio “Sportello Amico”, presso quasi tutte le strutture sanitarie è stata attivata la possibilità di effettuare i versamenti attraverso carte di credito e bancomat. Nel prossimo futuro il pagamento sarà possibile on-line su un apposito spazio del sito www.postesalute.it linkabile anche dalle pagine web istituzionali dell’ASP”.

Questa mattina, 28 luglio 2015, proprio ad Agrigento, si è tenuta la conferenza stampa di presentazione dove hanno partecipato il direttore generale dell’ASP di Agrigento dott. Salvatore Lucio Ficarra, il responsabile Business e Pubblica Amministrazione di Poste Italiane dott. Maurizio Ciocca, il direttore della filiale Poste Italiane di Agrigento dott. Antonio Sferlazzo, il funzionario dott. Francesco Mineo e il dr. Claudio Lombardo, responsabile del CUP dell’ASP di Agrigento.

Il dr. Lombardo, soddisfatto dei risultati ottenuti, dichiara:

“Dopo un anno di preparazione, finalmente oggi parte questo nuovo ed importante progetto che permette all’ASP di Agrigento di essere sempre più dalla parte dei cittadini, effettuando, nel contempo, un notevole salto di qualità, essendo questa la prima esperienza del genere in Sicilia. Una svolta epocale per la sanità regionale”.

di Mosè Alise

claudio lombardo

Print Friendly