La Direzione Generale di Archeologia, nel Dicembre 2014, ha approvato il progetto di ampliamento del parco archeologico di Ercolano, a Nord-Ovest degli scavi dell’area archeologica, uno dei più rinomati e ricchi tra i patrimoni dell’umanità dell’UNESCO.

In esso, infatti, è possibile apprezzare i resti della città risalenti all’epoca romana sommersi da una coltre di lapilli durante l’eruzione del Vesuvio del 79 d.C.

Il progetto di ampliamento verrà realizzato nell’area retrostante il Padiglione della Barca di Ercolano (edificio che custodisce un vecchio natante ligneo), ed è stato commissionato all’architetto Renzo Piano, il quale, successivamente ad una serie di sopralluoghi ha ,esso il suo genio subito al lavoro.

Le informazioni in merito all’idea compositiva non sono ancora note, ma per certo dall’Archistar non ci si può che aspettare un intervento di grande impatto architettonico ma allo stesso tempo con un basso impatto ambientale, tramite un grande tetto giardino per non compromettere il paesaggio.

di Maria Palillo

Print Friendly, PDF & Email