Il 25 gennaio 2103 presso Villa Caracciolo di Napoli, nell’ambito della presentazione della città ad un gruppo di tour operator americani, è stato illustrato dall’Associazione Italo Israeliana per il Mediterraneo (AIIM), il progetto “Kosher Italia”, che ha lo scopo di allargare e diffondere la filiera produttiva composta da alberghi, ristoranti e strutture ricettive, per convogliare a Napoli i flussi turistici di religione ebraica proveniente da tutto il mondo.

All’evento hanno partecipato l’Assessore alla Cultura del Comune di Napoli, Antonella Di Nocera, il Presidente onorario dell’Associazione, il Rabbino Capo Scialom Bahbout, il Presidente dell’Associazione, Marco Mansueto ed operatori dei settori turistico ricettivi.

Per decenni Napoli è stata preclusa ai turisti di religione e cultura ebraica e dai tour operator israeliani, che viceversa da questo momento potranno usufruire dell’Hotel Mediterraneo in città, a Capri del Tiberio Palace e a Sorrento del Grand Hotel Vesuvio, tutte strutture che hanno intrapreso la procedura per la certificazione kosher.

Print Friendly