Il Ministero della Salute, ha pubblicato il documento con le linee programmatiche per il 2015 che individua le nuove attività del Ministero e stabilisce gli obiettivi strategici da realizzare nel corso dell’anno.

Per la sanità pubblica veterinaria ha avuto un particolare interesse la semplificazione della documentazione di scorta degli animali movimentati attraverso l’utilizzo di funzionalità informatiche e il monitoraggio sull’applicazione delle linee guida sulla pareatubercolosi bovina.

Inoltre è previsto il consolidamento di azioni più incisive nel territorio per il controllo e per l’eradicazione delle malattie infettive e delle zoonosi.

Nell’anno 2015 continuerà il processo di miglioramento dei controlli sul benessere animale, durante il trasporto, in accordo con quanto stabilito nel Piano nazionale sul benessere animale e con le Autorità delle Forze dell’Ordine.

Per gli animali di affezione, dovranno essere potenziati i controlli sui canili e le verifiche promananti dalle segnalazioni in merito ai maltrattamenti sugli animali, in collaborazione con il Comando Carabinieri per la tutela della salute.

Con riferimento alla protezione degli animali utilizzati a fini scientifici, come previsto dal d.lgs. 4 marzo 2014, n. 26, che recepisce la direttiva 2010/63/UE, si dovrà porre particolare attenzione all’estensione dei controlli sugli stabilimenti utilizzatori di animali, allo sviluppo di metodi alternativi all’impiego di animali ed alla formazione del personale.

Nel settore del farmaco veterinario proseguiranno le attività per la realizzazione di un maggiore controllo nelle diverse fasi della circolazione del medicinale veterinario, al fine di assicurare un efficace sistema di farmacosorveglianza, nonché per la predisposizione di linee di indirizzo sull’utilizzo di dispositivi medici in medicina veterinaria e l’individuazione dei presidi maggiormente usati, per una migliore informazione agli operatori del settore.

di Mosè Alise

Print Friendly