di Luciano Colella

Da ieri venerdì 27 maggio, fino a domenica 29 maggio, presso il Complesso delle Basiliche paleocristiane di Cimitile, in provincia di Napoli, si terrà la kermesse “Basiliche e Pomodoro”, ideata da Tommaso Luigi Panagrosso, assessore del comune di Cimitile e promossa dall’Associazione “Cimitilesi Cittadini del Mondo”.

Il brillante progetto ha come obiettivo primario il rafforzamento del binomio inscindibile tra arte e cibo (il Complesso Basilicale Paleocristiano di Cimitile infatti, è uno dei primissimi insediamenti monastici d’Europa) e mira a promuovere i prodotti tipici dell’Agro-Nolano, in particolare il pomodoro.

image

Il direttore di “Veterinari Insieme”, Mose’ Alise (foto), medico veterinario che da marzo dirige la prima sezione ASC dedicata alla prevenzione e alla sicurezza alimentare, dichiara:

“L’importante obiettivo portato avanti con seria professionalità da eventi di elevata qualità come questo, sono indispensabili sia per valorizzare la qualità della materia prima dei prodotti Made in Italy e sia per dare il giusto e meritato risalto a chi si spende quotidianamente per produrre e soprattutto tutelare la qualità e l’originalità degli alimenti che, dopo numerosi sacrifici, possono vantare i tanto ambiti marchi di qualità.
Penso alle forze di controllo come i colleghi Veterinari e i Carabinieri dei NAS che, insieme alla costanza dei produttori e al valore di scienziati di spessore come il Prof. Giorgio Calabrese, da sempre a difesa della Dieta Mediterranea e del Made in Italy, tutelano e mantengono alto il valore dei prodotti alimentari Made in Italy nel mondo.

Ho seguito con notevole interesse l’incontro inaugurale dell’evento e sono sicuro che saranno tre giorni intensi,pieni di incontri interessanti e formativi”.

 

Print Friendly