Quali conseguenze ha generato l’esperienza del lockdown, costringendo a convivenze forzate coppie, coniugi già in crisi, genitori e figli di tutte le età? Una situazione limite che ha fatto aumentare non solo gli episodi di violenza domestica, ma ha anche dato vita a un’impennata di richieste di divorzio. Una vera e propria emergenza, che si affianca a quella sanitaria tuttora in corso, e che ha inasprito rapporti già problematici oppure portato a galla conflitti sopiti in coppie apparentemente serene.
Per arginare i danni che derivano da un’inevitabile rottura dei legami e dare sostegno a chi attraversa la delicata e spesso tormentata fase della separazione, da anni operano anche in Italia i mediatori familiari, figure professionali di supporto per la gestione del conflitto e la tutela dei figli. Da qualche tempo, i coordinatori familiari intervengono nei casi in cui è manifesto il comportamento violento di uno dei partner.
A Napoli, venerdì 25 settembre, professionisti ed esperti si daranno appuntamento, presso la Fondazione Foqus, per fare il punto sulla situazione attuale. Il convegno “La mediazione familiare e la coordinazione genitoriale” sarà moderato da Cristiana Crisi, presidente della Macroregione Aims Sud (Associazione internazionale mediatori sistemici) nonché referente dell’associazione Consvlo, didatta Aims e counselor formatore supervisore e vedrà la partecipazione di Rosita Marinoni, mediatrice familiare internazionale e didatta Aims, psicologa, counsellor formatore e supervisore Cncp, coordinatrice genitoriale e presidente Centro Gregory Bateson di Milano; di Claudia Chiarolanza del Dipartimento di Psicologia dinamica e clinica dell’università la Sapienza di Roma, responsabile del Servizio di Mediazione familiare; di Giuseppe Ruggiero, vice presidente Aims Nazionale; di Gennaro Petruzziello, tesoriere Aims Nazionale e dell’avvocato Valentina de Giovanni, presidente Ami di Napoli. L’assessore alla Scuola e all’Istruzione del Comune di Napoli, Annamaria Palmieri, farà gli onori di casa ai mediatori in arrivo in città da ogni parte del Mezzogiorno d’Italia.
Proprio per offrire uno spazio sicuro in cui trovare ascolto ed elaborare l’esperienza della separazione, l’Aims Macroregione Sud ha aperto uno sportello informativo sulla mediazione, per dare aiuto e supporto alle coppie in procinto di divorziare nonché sostegno alla genitorialità, in collaborazione con un gruppo di professionisti  del settore.
Print Friendly