image

Venerdì 18 settembre 2015 alle ore 17:00, presso il complesso Monumentale di Santa Maria la Nova sito in Napoli, piazza Santa Maria la Nova 44, la giornalista d’arte e cultura Mariapia Bruno, presentarà il suo primo libro dal titolo “Let’s Bake ART. A tavola con i grandi artisti”.

L’autrice, l’Associazione Napoli e la Redazione de il10 Magazine (www.il10.it) sono lieti d’invitare gli amici interessati per condividere insieme l’idea, assolutamente innovativa, di mettere insieme 79 ricette originali di artisti, da Picasso a Frida Kahlo a numerosi contemporanei, accompagnandole da una selezione accurata di opere d’arte ricche di simbologie “culinarie”, un connubio magico tra l’arte e la cucina, due grandi passioni dell’autrice.

Attraverso le 192 pagine del volume, il lettore ha la possibilità di fare un ripasso di storia dell’arte, di scoprire numerose curiosità sui pittori e sulla loro passione verso un determinato alimento (ad esempio la pittrice americana Georgia O’Keeffe avrebbe voluto mangiare ogni giorno spinaci) e, al contempo, deliziarsi con le ricette da mettere in pratica nella propria cucina.

Un concetto che, come spiega stesso l’autrice, è nato da una sua curiosità: «Vi siete mai chiesti se anche ai grandi artisti fosse venuta l’acquolina in bocca durante l’esecuzione di una natura morta con frutta e dolciumi? Se una volta posato il pennello anche loro varcavano la soglia della cucina pronti, come tutti i comuni mortali, a preparare la cena?».

Presenti nel libro i maestri di storia dell’arte che tutti ammiriamo, come Cézanne, Dalí e Monet che, con il suo ricettario di famiglia, intitolato “Alla tavola di Monet”, ha ispirato l’esordiente scrittrice.

Presenti anche il noto fotoreporter Steve McCurry con le sue ricette preferite, i piatti futuristi (noti per l’eccentricità dell’elaborazione, ma in questo caso commestibili) di Tommaso Filippo Marinetti e dell’eclettico Man Ray che utilizzava il forno a microonde.

Quella di Mariapia Bruno è un’opera davvero unica ed un valore aggiunto per il già ricco scenario culinario italiano. Un manuale da tenere e, soprattutto, da usare nelle nostre cucine.

di Mosè Alise

Print Friendly