NAPOLI – La lingua inglese mette radici nel cuore del Vomero: nella centralissima via Merliani, infatti, aprirà la nuova scuola – palestra d’inglese di Objective English. Dopo aver fatto incetta di riconoscimenti con gli istituti partner per l’efficacia dell’insegnamento (Best Italian Preparation Centre 2020/21 con il liceo Alberti e Italian Preparation Centres Awards 2022 con la SMS San Giovanni Bosco), Objective English è ora pronta a bissare la sua presenza nel quartiere collinare, dove è già presente con il centro esami Cambridge di via Kagoshima. Così facendo, Objective English rafforza la sua presenza e anche nella nuova scuola proporrà, per giovani e adulti, percorsi mirati (individuali e di gruppo) per il conseguimento dell’ambita certificazione Cambridge di lingua inglese, tra i più importanti attestati di lingua riconosciuti globalmente dal mercato del lavoro.

“La scelta di aprire una nuova sede a ridosso di via Scarlatti – spiega Georgia Forte, CEO di Objective English e rappresentante Confcommercio Vomero Arenella – testimonia la nostra volontà di avvicinarci il più possibile alle persone. Intendiamo creare uno spazio che sappia aprirsi alla comunità, che sappia essere una palestra dove affinare le proprie competenze in lingua inglese ma che sappia diventare di volta in volta ciò che al quartiere serve. Un luogo dove fare conversation o ospitare laboratori per i più piccoli, guardare film in lingua o allenarsi in gruppo. Abbiamo l’ambizione, un po’ per volta, di portare anche in collina un nuovo modo di intendere l’impresa e per farlo dobbiamo essere il più possibile nel cuore del quartiere”.

Le attività della nuova scuola Objective English partiranno a settembre, ma sono già aperte le pre-iscrizioni per i corsi in partenza all’inizio del prossimo anno accademico / scolastico, con le prime “classi” da formare per i più piccoli. “Permettere ai bambini e ragazzi – conclude Forte – di poter fare un percorso di lingua indipendentemente dalle scuole di appartenenza è una delle cose su cui puntiamo maggiormente. Abbiamo la fortuna di lavorare a stretto contatto con tante scuole primarie e secondarie e con tanti docenti e dirigenti illuminati che hanno compreso quanto importante sia fornire un percorso certificato ai giovani per permettere loro di avere già un piede nel futuro. Un futuro in cui parlare inglese è una prerogativa non più rinviabile”.

Print Friendly, PDF & Email