La Terza Sezione Penale della Cassazione con sentenza n. 44902/2012, ha dichiarato inammissibile il ricorso di un’automobilista di Sorrento, multata da un Vigile per aver lasciato il cane in auto.

Il Giudice ha confermato la condanna dell’imputata per “maltrattamento di animali”, richiamando la testimonianza del vigile e del veterinario. Osservano i Giudici nella sentenza che “la circostanza dell’abbandono del’animale in auto con i finestrini chiusi, in una giornata soleggiata e con temperatura particolarmente elevata, con la precisazione, fatta dal veterinario che un tale comportamento e’ assolutamente incompatibile con la natura dell’animale, potendo provocargli paura e sofferenza e che gli escrementi rinvenuti nell’auto potevano essere state provocate dallo stato di ansia e paura”.

Evviva…..

Print Friendly