Sabato 12 aprile 2014, presso la Sala Scarlatti del Conservatorio San Pietro a Majella di Napoli, il Premio Albatros, giunto alla sua dodicesima edizione, ha deciso di premiare uno dei nomi più rappresentativi della drammaturgia Italiana: Santanelli è autore di commedie tradotte in tutto il mondo, da “Uscita d’emergenza”

Il drammaturgo Manlio Santanelli

a “Regina madre”, testo tradotto finora in 19 lingue, dal francese al russo al georgiano e ancora oggi rappresentato in molti paesi. Della drammaturgia di Santanelli, scrisse Eugène Ionesco su “Le Figaro”, nel 1987: “Allez voir Reine Mére qui est une pièce envoûtante, tragique, drôle et subtile à la fois… C’est une pièce extraordiraire, je dis bien extraordinaire “. Nelle commedie di Santanelli troviamo alcuni influssi del teatro dell’Assurdo, anche se nelle sue opere questo stato d’immobilità e d’apatia, presente soprattutto in Uscita d’Emergenza, unito alla follia e all’assurdità delle situazioni narrate, è superato da un’ironia tutta napoletana.

Print Friendly